Mission (Acr Onlusdifatto..)

..“ACR (CRV e ACR con Aics e Onlus di fatto) svolge un’attività socio-culturale di prevenzione al BULLISMO. -‘dal 1987 ad oggi ”.. combatte le DEVIANZE GIOVANILI-il Cyberbullismo e "Bulli e Bullismo.. Vandali e Vandalismo” con l'OSCAR e crea protocolli d’intesa, tra operatori sociali, Associazioni, e Comitati. Breve Storia del Concorso di poesia/arti e mestieri OSCAR: Nasce nel 1987 a Milano, da un'intuizione di Sergio Dario Merzario, Rio, Semenza, Maderna e altri, prende il via il Concorso "IL BAGGESE". Acr, Repo e Paza nel 1999, lo trasformano nel trofeo lombardo ( che nel 2002 diviene TROFEO LOMBARDO LIGURE). Nel 2006 diventa OSCAR Internazionale CONTRO il BULLISMO con il contributo di Sergio Dario Merzario, Ketti Concetta Bosco , le biblioteche e l'Unicef Prov. di IMPERIA!” .. per il 2014-5 il 1° PREMIO è stato vinto dalla Scrittrice e Poetessa GIUSEPPINA MELIDONI ‘ all'UNANIMITÀ’ con il LIBRO - "SCILLA E CARIDDI. NOI DUE PER SEMPRE”- Recensione della GIURIA: L’opera della Scrittrice e poetessa Giuseppina Melidoni esalta e mitizza, giustamente, l’amore come valore e “anelito” che ogni coppia dovrebbe ricercare per realizzare quel mandato famigliare esemplare per i figli. Affinchè amare e gioire del proprio sentimento venga valorizzato e portato ad esempio, nell’ UNIVERSITA’ della VITA! Giuseppina, riesce a trasfondere quei sentimenti che sono via, via scemati al dì d’oggi. Pertanto riteniamo che Le venga attribuito il primo premio 2014-2015 del Concorso Letterario Internazionale “Personaggio dell’anno” 1° Edizione di Acr e Crv. -FINALISTA: LORENA FALCI BIANCONI “ con il LIBRO – UNA PENNA PER NELLY” -FINALISTA: MARIA RIZZOTTO “con il LIBRO – QUANDO IL PIAVE MORMORAVA” -FINALISTA: GIORGIO GALLI DI SANREMO “con il libro POESIE" dalla GIURIA PRESIEDUTA DALL’ASS. CARMELA ROZZA r con i GIURATI: ATTILIO ZAPPATERRA, KETTI BOSCO, SERGIO MERZARIO, FEDERICA TASSARA, DON GINO RIGOLDI, PRESIDE Prof. VINCENZO COSTABILE, PASQUALE SALVATORE e LIDIA LANDI).Ora parte la 2a Edizione del CONCORSO LETTERARIO INTERNAZIONALE “PERSONAGGIO DELL’ANNO 2016-2017”https://www.youtube.com/watchv=9F4qil3H_hk&list=PLzQ9_eEfNCLxwe9T0zHQEw9UBab0F0dcF&index=1
associazione@acraccademia.it. clubturati.blogspot.it/ www.youtube.com/watch?v=9F4qil3H_hk

domenica 9 dicembre 2012


www.acraccademia.it

"Bella ciao" agli Ambrogini: è polemica

La Banda degli Ottoni a Scoppio sale sul palco del Teatro Dal Verme di Milano per ricevere l'attestato di civica benemerenza del Comune. Suonano 'Bella Ciao' e lanciano una frecciata all'amministrazione facendo una richiesta per "la nostra casa", lo storico centro sociale Torchiera, cascina comunale occupata dal 1992: "Ridateci l'acqua", la cui fornitura è stata fin da subito tagliata. E si scatena la polemica. Il Pdl protesta e la Lega, con il capogruppo Alessandro Morelli, va oltre e lascia la sala. Prima di abbandonare il teatro, Morelli si avvicina al sindaco Giuliano Pisapia e gli dice: "Sindaco, è una vergogna". Poi, spiega: "Questa dovrebbe essere la festa di tutti i milanesi. E' stata invece trasformata nella festa di una parte. All'altra parte non rimane che subire o reagire - sostiene -. Io ho reagito e me ne sono andato. Non mi sento rappresentato da queste persone". Lo show fuori programma della banda e l'accusa rivolta al Comune ("che non si è mai degnato di ridare l'acqua alla nostra casa") non sono piaciuti nemmeno al terzopolista Manfredi Palmeri, che si è alzato polemicamente ad applaudire mentre il gruppo lasciava il palco, e nemmeno al Pdl. "Il sindaco ha superato il limite, trasformando una manifestazione tradizionale in una di partito - tuona il capogruppo Carlo Masseroli -. Come è possibile premiare chi occupa abusivamente spazi pubblici? E sulle note di 'Bella Ciao'. E' una vergogna, si svilisce una tradizione mai caduta così in basso. Meglio chiuderla". Ribatte il consigliere Luca Gibillini (Sel): "Mi dispiace per quelli come Morelli e la Lega che per anni hanno creduto che Milano fosse loro proprietà. Oggi Sant'Ambrogio torna ad essere il patrono di tutta la città, Milano città antifascista, plurale, dei milanesi". In precedenza, tra i 63 riconoscimenti civici, i più applauditi sono stati i lavoratori dell'ex Wagon Lits, protagonisti della protesta alla torre-faro del binario 21 della Stazione centrale, contro la soppressione dei treni letto. "Questa protesta pacifica ha avuto risultati - hanno ricordato due dei protagonisti, Massimo Morini e Stanislao Focarelli - anche se purtroppo c'é rammarico e rabbia perché chi è stato in prima fila come noi è rimasto disoccupato. C'é un diktat politico contro di noi. Il lavoro c'é ma noi non dobbiamo lavorare. Non deve passare questo messaggio: chi fa la lotta poi paga".